Scuola d'arte drammatica "Umberto Spadaro"

Fondata da Mario Giusti nel 1966, è una delle più antiche e prestigiose scuole d’arte drammatica italiane annesse ai Teatri Stabili. La scuola è finalizzata alla formazione professionale di giovani attori ed operatori teatrali e alla promozione della ricerca e della sperimentazione della cultura teatrale e dello spettacolo. Il corso degli studi dura tre anni più uno di specializzazione ed è a numero chiuso; vi possono partecipare giovani dai 18 ai 26 anni in possesso del diploma di scuola media superiore. Alla scuola si accede con una selezione suddivisa in tre tappe, delle quali l'ultima, che ha già un valore formativo,  è costituita da una serie di intensi laboratori in cui gli aspiranti attori vengono messi alla prova dei percorsi di studio successivi. La scuola   è gratuita ad eccezione di una tassa d'iscrizione per ogni anno di frequenza. L'attività didattica si svolge quotidianamente da lunedì a venerdì per sei ore al giorno. Il programma di studio impone la frequenza obbligatoria. L’insegnamento è suddiviso in quattro aree disciplinari: il mestiere dell’attore; cultura teatrale; voce-suono-musica; corpo-spazio-movimento.

La scuola è diretta da Giuseppe Dipasquale, Direttore dello Stabile di Catania; Ezio Donato è Coordinatore e responsabile didattico. Fra i docenti della scuola, alcuni di essi collaborano da anni,  come artisti e studiosi,  alle produzioni e alle varie attività dello Stabile etneo. All'interno del corpo docente è prevista la presenza di numerosi visiting professor italiani e stranieri d'altissimo livello artistico e culturale.
L’attività formativa si avvale della collaborazione  dell’Università di Catania e di altre università italiane ed europee che hanno nei propri corsi di laurea insegnamenti relativi alle arti sceniche. Moltissimi sono gli ex allievi già professionisti affermati in campo nazionale come attori, registi, e operatori teatrali, oltre a quelli numerosissimi che di anno in anno partecipano alle produzioni catanesi: fra i primi Leo Gullotta e Mariella Lo Giudice che, pur avendo iniziato come giovani attori qualche anno prima che si aprisse la scuola, perfezionarono la loro formazione con l’insegnamento del grande maestro Giuseppe Di Martino che diresse la scuola fino agli anni ’90. E ancora Giuseppe Dipasquale, oggi direttore dello Stabile, Rita Gari, oggi sovrintendente del Teatro Massimo Bellini,  lo stesso Ezio Donato, Miko Magistro, Fulvio D’Angelo, Angelo Tosto, Mimmo e Margherita Mignemi, Walter Manfrè, Alessandra Costanzo, David Coco e Donatella Finocchiaro, affermati attori anche nel cinema, e tanti altri.
La scuola ha sempre ottenuto e continua ad ottenere prestigiosi riconoscimenti nazionali ed internazionali. Con il passare degli anni, le mutate condizioni culturali e di mercato che ruotano attorno  al mondo del teatro hanno consentito ai giovani diplomati di trovare occupazione anche in campi paralleli come l’animazione teatrale, l’operatore turistico culturale  e le professioni dove trovano applicazioni le abilità e le tecniche teatrali nell’ambito dell’intervento educativo, rieducativo e del disagio sociale. Dal 2005 la Scuola collabora con apposita convenzione con il Master in Comunicazione e linguaggi non verbali - Sezione Performance dell’Università Cà Foscari di Venezia.  Accanto all’attività curriculare, la scuola organizza periodicamente master di perfezionamento per giovani attori usciti dai corsi precedenti o anche da altre esperienze formative che vedono la collaborazione didattica di grandi maestri del teatro a livello internazionale.

    Partita IVA e Cod. Fisc. 00179020870 - Progettazione siti internet e hosting web: Arthos Idee di rete soc. coop.