Totalitarismi. Le Parole del Potere

03/02/2021

Tra le nostre attività digitali, per continuare a proporre al nostro pubblico temi su cui riflettere e confrontarci, anche e innanzitutto artisticamente, portiamo online una parte del nostro progetto “Totalitarismi. Le parole del Potere“, un ciclo di videoconferenze sui totalitarismi del ‘900 che la vicepresidente del Teatro Stabile di Catania, prof.ssa Lina Scalisi, e il direttore Laura Sicignano hanno ideato e destinato soprattutto ai giovani.
Le video-conferenze sono state tenute da docenti universitari, intellettuali e storici – Peppino Ortoleva e Fernando Gioviale, in particolare – che ringraziamo per averci accompagnato nel nostro percorso di comprensione dei Totalitarismi proprio attraverso le parole che hanno utilizzato per affermarsi.
In particolar modo, lo storico Ortoleva si occupa della figura di Stalin, mentre il prof. Gioviale rilegge in maniera critica la figura di Mao. Ad accompagnare e intervallare la lezione, alcuni attori del Teatro Stabile che danno voce a brani, poesie, discorsi di dittatori che, non solo con l’esercizio dell’azione violenta, ma anche attraverso la potenza della parola, hanno distrutto paesi e generazioni.
Svolte in sala Verga nell’estate del 2020, le conferenze sono state registrate e messe a disposizione del nostro pubblico, costruendo un percorso critico di rilettura della Storia, un modo per ricordare e per capire, nella fiducia che intelligenza e memoria possano screditare le parole vuote ed evitare il ripetersi di catastrofici inganni.

STALIN
Ne discute Peppino Ortoleva, storico.
Letture a cura di Silvio Laviano e Lucia Portale 



MAO
Ne discute Fernando Gioviale, docente di Discipline dello spettacolo.
Letture a cura di Manuela Ventura 

Gentili amiche e amici, 
dato il perdurare della situazione pandemica e delle restrizioni decretate dalle normative, l'attività in sala è sospesa fino a data da definire, ossia in base ai provvedimenti governativi.
Non appena saremo in grado di sapere la data della riapertura del teatro, vi comunicheremo la programmazione aggiornata e tutte le informazioni correlate.

Il momento è difficile, lo sappiamo. Ma, anche con il sipario abbassato, noi continueremo a lavorare e a provare, fiduciosi che torneremo ad accogliervi in sala Verga, il più presto possibile.
Per ora, continuate a seguirci, sulle nostre pagine social e tramite il sito.