TURI FERRO
Un artista siciliano.
Celebrazioni nei 100 anni dalla nascita

Il Teatro Stabile di Catania, in occasione del centenario della nascita di Turi Ferro, realizzerà un ciclo di iniziative per omaggiare il grande attore catanese con il progetto “Turi Ferro, un artista siciliano. Celebrazioni nei 100 anni dalla nascita”. Il progetto si avvale della collaborazione del Dipartimento di Scienze Umanistiche dell’Università di Catania, della Fondazione Domenico Sanfilippo editore, dell’Istituto di Storia dello Spettacolo siciliano e della Fondazione Turi Ferro.
Incontri, tavole rotonde, documentari, mostre, seminari, pubblicazioni saranno le iniziative che verranno realizzate presso le sedi del Teatro Verga e dell’Università di Catania, tra gennaio e maggio 2021.

Nel centenario della nascita, il Teatro Stabile di Catania desidera celebrare il grande attore catanese, profondamente legato alla storia dello stabile etneo e capace, lungo la sua carriera, di assumere un rilievo nazionale e internazionale.
Il ricordo dell’artista non ha intento solo celebrativo, ma si pone nella cornice della rinascita del TSC, che sta lavorando alla costruzione di una nuova identità, che affondi le proprie radici nella tradizione, ma al tempo stesso guardi al rinnovamento e alla formazione culturale e artistica di una nuova generazione di artisti. Il tema della ricostruzione si amplia, alla luce dell’emergenza Covid 19, e prospetta la necessità di uno sforzo globale per ripensare nuovi modelli di convivenza sociale, economica e culturale.

La figura di Turi Ferro viene inquadrata quindi nello scenario del Dopoguerra italiano, come artista in grado di concorrere alla ricostruzione di un Paese, come emblema di un’epoca i cui protagonisti furono in grado di ripartire dalle macerie della Seconda Guerra Mondiale per ricreare bellezza, benessere, coesione sociale. Turi Ferro in questa prospettiva diviene l’esempio di un percorso artistico ed esistenziale vivo oggi più che mai, nel momento in cui dovremo inventare nuove soluzioni di ricostruzione.

Gli eventi si incentreranno principalmente su due linee del lavoro dell’artista: il rapporto con il Teatro Stabile di Catania e la dimensione nazionale e internazionale di Turi Ferro (l’incontro con Peter Brook; il lavoro con Giorgio Strehler per I Giganti della Montagna al Piccolo Teatro di Milano; la collaborazione con Roberto Rossellini – unica sua regia teatrale – al Festival dei Due Mondi di Spoleto, scene di Renato Guttuso, per lo spettacolo I carabinieri di Joppolo).

Le celebrazioni presenteranno un insieme di iniziative diverse rivolte alle scuole, all’Università, agli artisti e – soprattutto – al pubblico catanese, che ancora ricorda Turi Ferro con grande affetto.

 

Progetto prodotto dal Teatro Stabile di Catania
organizzazione a cura di Felicita Platania

LE DATE DELLE INIZIATIVE IN PROGRAMMA VERRANNO DEFINITE E COMUNICATE ALLA LUCE DELLE DISPOSIZIONI GOVERNATIVE IN MATERIA DI EVENTI CULTURALI E SPETTACOLI DAL VIVO, LEGATE ALL’EVOLUZIONE DELL’EMERGENZA SANITARIA DA COVID19.

 

per info: comunicazione@teatrostabilecatania.it

Gentili amiche e amici, 
nel comunicarvi che il botteghino del TSC dal 4 gennaio è riaperto (dalle ore 8.30 alle 14.30), approfittiamo per comunicarvi che dato il perdurare della situazione pandemica e delle restrizioni decretate dalle normative, l'attività in sala è sospesa fino a data da definire, ossia in base ai provvedimenti governativi.

Il momento è difficile, lo sappiamo. Ma, anche con il sipario abbassato, noi continueremo a lavorare e a provare, fiduciosi che torneremo ad accogliervi in sala Verga, il più presto possibile.
Per ora, continuate a seguirci, sulle nostre pagine social e tramite il sito.