Formazione per i docenti
Proposte Formative a pagamento

Teatro in Cattedra

L’insegnante – attore

La voce, la narrazione, la lettura

Il docente ha molto in comune con l’attore: deve saper mantenere viva l’attenzione di una platea con contenuti appassionanti, ma anche con la capacità di esprimerli efficacemente attraverso la voce e la gestualità.
Il laboratorio intende fornire ai docenti un percorso di scoperta del potenziale della propria voce, indispensabile mezzo di comunicazione, di suggestione, d’immaginazione e utile strumento per l’insegnamento. Una voce che possa supportare una lettura e una narrazione ricca di toni, capace di suscitare immagini ed emozioni, che rispetta i segni e le pause della punteggiatura.

OBIETTIVI
• Rafforzare l’uso delle tecniche vocali, accompagnare i docenti a una discreta padronanza degli aspetti basilari nell’uso della propria voce: volume, tono, timbro e ritmo. Acquisire la tecnica per dare senso e spessore alla punteggiatura, alle pause, ai cambi di voce. Potenziare la capacità di far immaginare gli ambienti, i personaggi, le atmosfere e gli accadimenti della storia narrata.
• acquisire tecniche teatrali per potenziare la capacità di tener viva l’attenzione della classe,
da riproporre e riutilizzare con gli alunni per aiutarli, attraverso il teatro, a sviluppare competenze espressive e creative, potenziare e favorire lo spirito di gruppo e la cooperazione.
• valorizzare e ottimizzare le capacità comunicative nella relazione voce-parola-sguardo
• rendere più agevole la relazione tra professore e studenti.

CONTENUTI
• introdurre le basi della dizione
• approfondimento sulla lettura ad alta voce
• attraverso una serie di esercizi di ambito teatrale-attoriale, cercheremo di capire com’è la nostra voce e come la percepiamo. Come respiriamo. Come usiamo la nostra voce in relazione all’altro. Che rapporto c’è tra corpo-voce e parola. Come articoliamo le parole. Quando e come rendere più diretto e funzionale il parlare a seconda delle circostanze.

A CHI E’ RIVOLTO: docenti
DURATA CORSO: due pomeriggi
PERIODO: da definire insieme
LUOGO: a scuola o da definire insieme
COSTO: € 50,00 a persona
NUMERO DEI PARTECIPANTI: minimo 15, massimo 21

Educazione alla teatralità

Educazione alla comprensione dello spettacolo

Partecipare a uno spettacolo teatrale come spettatori significa condividere un’esperienza emotiva forte. La visione di uno spettacolo teatrale ha il proposito di essere al centro di un percorso che mobiliti conoscenze, domande ed emozioni.
Educare gli studenti a una visione consapevole di ciò che gli attori e il regista ci propongono sono le basi per poter leggere in modo critico le sollecitazioni che ci vengono proposte dalla società.
Il Laboratorio di didattica della visione, avrà l’obiettivo di valutare attentamente ogni “ingrediente” dello spettacolo per una ricezione critica dell’evento che sappia distinguere immagini e realtà e che sappia riconoscere i diversi linguaggi e aspetti peculiari della storia del teatro.
Il laboratorio propone un itinerario teorico-pratico che parte da un allenamento all’ascolto, da uno sviluppo dello spirito d’osservazione.

OBBIETTIVI
– conoscere le più comuni tecniche di comunicazione dello spettacolo dal vivo
– promuovere l’interesse e la conoscenza della cultura teatrale nei ragazzi, affinché essi siano
in grado di attuare processi di maturazione, di acquisire spirito d’osservazione e attitudine
all’ascolto.

A CHI E’ RIVOLTO: docenti
DURATA CORSO: 2 pomeriggi
PERIODO: da definire insieme
LUOGO: a scuola oppure da definire insieme
COSTO: € 50,00 a persona
NUMERO DEI PARTECIPANTI: minimo 15, massimo 21

Calendario degli incontri