Teatro Verga / 19 febbraio – 3 marzo 2019

Fronte del porto

Credo che in questo momento in questo paese non ci sia storia più urgente da raccontare di “Fronte del porto”. Una comunità di onesti lavoratori sottopagati e vessati dalla malavita organizzata, trova attraverso il coraggio di un uomo, la forza di rialzare la testa e fare un passo verso la legalità, la giustizia, la libertà.

Ho chiesto ad Enrico Ianniello di spostare l’azione originariamente ambientata negli Stati Uniti degli anni 50, in una Napoli degli anni 80, dove la camorra era organizzata e presente tra gli operai del porto industriale.

Come già avvenuto per “Qualcuno volò sul nido del cuculo”, anche in questo caso la scelta è caduta su un testo ed una tematica che mi coinvolgono profondamente e che portano verso una ricerca di libertà faticosa . Ricostruiremo la vita del porto, le vite degli operai, i loro aguzzini, attaccandoci ai suoni, ai rumori, ai profumi ed alla lingua di questa città. Cerco sempre di ricostruire mondi credibili nei miei spettacoli, pensando ad ogni tipo di pubblico, nella convinzione che ora come non mai il teatro debba essere arte popolare, di difficile esecuzione ma di semplice fruizione. Continua la mia collaborazione con il Teatro Bellini, struttura teatrale giovane e coraggiosa, la più vivace realtà teatrale di Napoli in questo momento, e mi piace continuare il mio lavoro di regista con Daniele Russo, nel quale ho trovato un interprete ideale e credibile per raccontare i limiti ed i difetti umani di protagonisti imperfetti, ma proprio per questo emozionanti.

Sarà un grande spettacolo, spero anche visivamente coinvolgente e sono felice di continuare la mia collaborazione con Pivio e Aldo de Scalzi, che cureranno le musiche di Fronte del porto, con Mariano Tufano che disegnerà i costumi, con Marco Palmieri che disegnerà le luci di questo viaggio.Come per “La pazza della porta accanto”, mia regia di due anni fa su Alda Merini, firmerò le scene, che descriveranno più di venti luoghi e che immagino, con i loro movimenti, parte integrante della narrazione drammaturgica. A voi auguro di emozionarvi, divertirvi e vi ringrazio anticipatamente per l’attenzione.

Buon viaggio,

Alessandro Gassmann

di Budd Schulberg con Stan Silverman
traduzione e adattamento di Enrico Ianniello
uno spettacolo di Alessandro Gassmann
scene di Alessandro Gassmann
costumi Mariano Tufano
luci Marco Palmieri
videografie Marco Schiavoni
musiche Pivio e Alado De Scalzi
con Daniele Russo e 10 attori da definire
produzione Teatro Stabile di Catania, Fondazione Teatro di Napoli – Teatro Bellini

Calendario rappresentazioni

Martedì 19 febbraio ore 20.45 T. Prime
Mercoledì 20 febbraio ore 17.15 T. AZ/Pom.2
Giovedì 21 febbraio ore 17.15 Teatro per tutti
Venerdì 22 febbraio ore 18.00 T. AZ/Ven. Fam.
Sabato 23 febbraio ore 20.45 T. AZ/Sab.Ser.
Domenica 24 febbraio ore 17.30 T. D/1
Lunedì 25 febbraio Riposo
Martedì 26 febbraio ore 17.15 T. AZ/Pom.1
Mercoledì 27 febbraio ore 10.00 scuole
Giovedì 28 febbraio ore 10.00 scuole
Venerdì 1 marzo ore 20.45 T. AZ/A
Sabato 2 marzo ore 17.15 T. AZ/Diurna
Domenica 3 marzo ore 17.30 T. D/2

Galleria immagini

Video

Rassegna stampa